Allena l’attenzione giorno dopo giorno

L’attenzione è una delle chiavi della soddisfazione personale. Essa rappresenta la porta della coscienza: solo ciò a cui diamo attenzione entrerà a far parte di noi e del nostro quotidiano. Nel nostro mondo tecnologico, l’attenzione viene sollecitata molto più che in passato, dato che siamo costantemente sottoposti a stimolazioni multiple e continue (come le notifiche degli smartphone).

E, spesso, capita di non riuscire a rimanere concentrati a lungo. Ci blocchiamo nel bel mezzo di un discorso perchè perdiamo il filo. Ciò succede in misura maggiore man mano che passa il tempo, poichè, con l’età, diminuisce la capacità di starare a ttenti e di rimanere concentrati per lungo tempo. 

E, proprio perchè l’attenzione ha un impatto forte sulla nostra vita quotidiana,non possiamo trascurarla. Piuttosto cerchiamo di allenarla, giorno dopo giorno. Ci spiega come la prof.ssa Maria Beatrice Toro sulla rivista Starbene in un’intervista a cura di Sabina Cuccaro.

L’effetto Stroop

Possiamo utilizzare alcuni esercizi quotidiani connessi all’effetto Stroop -suggerisce l’esperta. Tale fenomeno venne scoperto nel 1935 da John Ridley ed utilizzato, inizialmente, per valutare le prestazioni cognitive nel momento in cui ci troviamo a gestire più informazioni contemporaneamente. Nello specifico, alla persona viene chiesto di pronunciare il colore con cui è stampata una parola anche se quest’ultima richiama un colore diverso. Facciamo un esempio: quando viene mostrata la parola “mela” scritta in viola si deve dire viola e non rosso (che è il tipico colore che associamo automaticamente alle mele).

Di seguito Sabina Cuccaro propone alcuni esercizi per allenare attenzione e concentrazione utilizzando l’effetto Stroop.

  • Prendi 10 fogli bianchi e altrettanti pennarelli di colori diversi. Scrivi su ogni foglio il nome di un colore utilizzando un pennarello di un colore diverso. Ripeti a voce alta il colore con cui è scritta la parola facendo attenzione a non sbagliare. Ripeti questo semplice esercizio ogni giorno. Bastano 5 minuti!
  • Crea un tabellone dove attaccare delle emoticon. Osservando ciascuna emoticon pronuncia la parola opposta all’emozione che quell’immagine richiama. Ad esempio, se c’è una faccina con lo smile dovrai dire “arrabbiato”.
  • Fai un gioco di gruppo coinvolgendo i tuoi amici. Scegliete un tema e a turno ogni partecipante deve iniziare una frase che il suo vicino dovrà completare con una parola lontana dal tema scelto. Ad esempio se il tema è “estate” e un partecipante inizia con la frase ” Oggi ho mangiato…..” il vicino potrà rispondere “una zuppa calda”.

Allenare l’attenzione con piccoli esercizi quotidiani è semplice e, se lo si fa insieme, diventa anche divertente…

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.