Portare alla luce tutte le risorse

download

Dopo gli accesi colori dell’estate oggi ci soffermiamo su qualcosa di diverso, grazie allo spunto fornito dalla giornalista Rossana Cavaglieri. Davanti ai nostri occhi si apre un campo incolto: niente di organizzato, studiato, ponderato, ma spontaneità allo stato puro. La natura a volte si sviluppa caotica e senza un criterio, spinta dall’inesauribile energia del vivere.

Possiamo osservare, in particolare, delle erbe selvatiche. Osserviamo semplicemente la loro presenza così libera, fiduciosa, inaspettata. Ed è proprio da qui che possiamo partire per una breve meditazione: cerchiamo di scorgere le risorse della natura, anche quelle cui non diamo solitamente importanza, o, ancora, che non crediamo di avere a disposizione, perchè non le abbiamo cercate nè curate. Spesso, sono proprio le piante selvatiche che nessuno ha deliberatamente coltivato ad avere le maggiori proprietà curative.

A tal proposito, il dottor Edward Bach, che ha dato il nome a una serie di fiori terapeutici, aveva riconosciuto nella pianta di avena (rappresentata in foto), un aiuto per le persone che non riescono a mettere a frutto i propri talenti.

20170915_182358.jpg

E allora lasciati sorprendere da  Wild Oat e confida nei tuoi talenti: non essere imbarazzata nell’esprimerli, ma portali alla luce per la tua felicità e quella di tutti coloro che se ne avvantaggeranno.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.