Mindfulness a scuola

34041990-pratica-femminile-posa-di-yoga

I vantaggi della formazione alla consapevolezza per i bambini sono molti: meno ansia, più attenzione, più intelligenza emotiva. Le competenze sociali ed emotive che essa aiuta a far fiorire li porteranno a essere più in grado di capirsi, ascoltarsi, comunicare, essere più gentili con se stessi e con gli altri. I bambini possono apprendere tutto ciò con una naturalezza sorprendente. Saranno loro, ben presto, a mostrare a noi la bellezza semplice dell’esplorare la vita con uno sguardo privo di preconcetti, alla scoperta delle qualità uniche e irripetibili di ogni istante.

Il protocollo MBCT-C è stato “manualizzato” sulla base di buoni risultati ottenuti da Semple nella riduzione dell’ansia. È un protocollo sviluppato per bambini di 9-13 anni, per aumentare la resilienza sia a livello emozionale (gestire ansia e stress) che sociale (assumere comportamenti adeguati nelle interazioni con i pari).

I protocolli di mindfulness per gli adulti utilizzano, fondamentalmente, tre modalità di meditazione di consapevolezza (body scan, pratica sul respiro, mindful yoga), mentre, per i bambini, viene prevista una maggiore varietà di esercizi sensoriali (visivi, uditivi, tattili, olfattive, gustative, cinestesici), per rendere il metodo più concreto e semplice. Le interazioni di gruppo, per gli adulti, consistono in larga parte in descrizioni e scambi verbali, mentre le interazioni di gruppo per i bambini possono includere giochi, e, in generale, è opportuno proporre più attività in movimento; gli esercizi di consapevolezza sono più brevi e più vari nel corso di ciascuna sessione, in cui si alternano osservazioni multi sensoriali, brevi meditazioni sul respiro, body scan, movimenti, visualizzazioni, disegno, scrittura. Per il bambino, infatti, rispetto al modo di fare esperienza adulto, c’è un minore investimento logico verbale, prevalendo una modalità concreta.

Come è naturale, ciò potrà essere insegnato da adulti che a loro volta siano in grado di dare ai bambini tutta l’attenzione che serve, senza fretta e senza distrazioni. In parole semplici, potemmo dire che se, come adulti, sappiamo liberarci noi per primi dallo stress, prendendoci il tempo che ci occorre per essere pienamente presenti a noi stessi, poi, possiamo aiutare i bambini e i ragazzi ad appropriarsi serenamente del loro tempo, prendendosi il gusto di vivere fino in fondo la bellezza dell’infanzia.